Come Scegliere un MaterassoCome Scegliere un Materasso ? In commercio ci sono troppi tipi di materassi e non hai idea di quale possa essere il materasso più giusto per le tue esigenze?

In questa Guida su “Come Scegliere un Materasso“, ti aiuteremo a fare chiarezza sui vari tipi di materasso in commercio, illustrandone eventuali vantaggi e svantaggi e aiutandoti così nella scelta del materasso più giusto per le tue esigenze.

 

Come scegliere un Materasso?

Avete bisogno di acquistare un materasso, o per un letto nuovo o per sostituire quello vecchio, ma giunti al fatidico momento di prendere una decisione, vi ponete la seguente domanda: quale materasso scegliere? Acquistare un materasso corrisponde a un investimento nel tempo, visto che solitamente, prima di cambiarne uno nuovo, passeranno tra gli 8 e i 10 anni. Come ben saprete, esistono diversi tipi di materassi: quello ideale non è ovviamente il più bello, ma quello che maggiormente si adatterà al vostro corpo, che vi accompagnerà dolcemente durante i movimenti che farete nel sonno, che si adatterà alle linee e ai contorni del vostro corpo e che vi farà svegliare freschi e riposati, reduci da una notte di sonno ristoratore. Torniamo dunque alla domanda di prima: quale materasso scegliere? Andiamo a scoprirlo in base a quelle che possono essere le diverse esigenze di ognuno.

 

8 punti da tenere in considerazione per la scelta un materasso

Procediamo con ordine, cominciando a elencarvi i principali elementi che dovrete tenere in considerazione quando cercate una risposta a quale materasso scegliere. Vi sono in tutto 8 parametri fondamentali da memorizzare prima di recarvi nel punto di vendita da voi scelto. Quattro sono di natura tecnica, i restanti sono invece di natura individuale.

A) I primi 4 punti sono i seguenti:

1.a – Specifiche del materasso

Esistono diversi tipi di materasso, ciascuno con proprie specifiche, prodotti da diverse aziende leader nel settore. Per specifiche includiamo anche il prezzo dell’articolo: vi consigliamo vivamente di non perseguire una caccia al low cost – perdonate il gioco di parole – a tutti i costi, altrimenti tra un paio d’anni sarete costretti a tornare in negozio.

2.a – Materiali utilizzati

Questo punto è dedicato soprattutto agli allergici: se non volete risvegliarvi pagando le conseguenze di un materasso costruito con materiali che scatenano la vostra allergia, meglio andare cauti e informarsi prima su ogni sostanza presente.

3.a – Conformazione del letto

Questo elemento viene spesso sottovalutato da molte persone, ma è fondamentale quasi alla pari degli altri tre. Ad esempio, ultimamente vanno di moda i letti con gli scomparti sotto il materasso, ottima soluzione per risparmiare spazio durante l’anno e riporre accessori che utilizziamo solo in una determinata stagione. Sappiate che se avete a casa un letto del genere, non tutti i materassi potrebbero rappresentare la soluzione ideale, poiché questi scomparti impediscono una buona circolazione dell’aria sotto il materasso, con conseguenze spiacevoli come ad esempio il generarsi di muffe.

4.a – Rete

Fattore simile al terzo: meglio se acquistate la rete in coppia con il materasso, ancora meglio se la sua rigidità risulta regolabile.

 

B) Passiamo ora ai 4 fattori individuali, ovvero:

1.b – Peso

Meglio un materasso rigido o flessibile? Dipende dal vostro peso: siete magri? Siete in carne? Non esiste un buon materasso ideale per ambedue le categorie.

2.b – Età

Quanti anni avete? Esistono materassi ideali per bambini e per anziani che possono non essere gli stessi sui quali si adagiano uomini e donne dai 30 ai 60 anni.

3.b – Posizione del sonno preferita

Potrà sembrarvi strano, ma se amate dormire supini, o su un fianco, se durante la notte vi muovete come un tornado o restate immobili per poi svegliarvi nella stessa identica posizione della sera precedente, beh, sappiate che esiste un materasso di qualità per tutti voi – e non è lo stesso.

4.b – Problemi fisici

Soffrite di scoliosi? Avete problemi alla schiena, artrosi cervicale, ernia del disco? Quale materasso scegliere in questi casi? Potremo darvi linee guida generali, ma nella maggior parte dei casi è meglio farsi consigliare dal proprio medico personale.

 

Cosa deve fare un buon materasso?

La domanda può sembrare strana, ma non è poi così scontata: cosa deve fare un buon materasso? Sostenere il nostro corpo in una posizione neutra, adattarsi alla nostra figura e perfino ai nostri troppo eccessivi movimenti durante il sonno, non farci venire il mal di schiena la mattina dopo, farci svegliare bene e riposati, farci dormire tranquilli e sereni, come un bambino.

Quindi, un buon materasso deve darci sostegno, agevolando un allineamento corretto su quelle parti del corpo sulle quali vi è maggiore pressione.

 

Materasso rigido o morbido? Le principali differenze

Meglio un materasso rigido o morbido? Se ci avete seguiti fin qui, ormai avrete appreso la lezione: la rigidità o la morbidezza del materasso dovrà essere scelta in base al vostro fisico.

Se avete messo su un po’ di peso e non siete esili di corporatura, allora il materasso rigido è quello che fa più per voi, poiché è in grado di rispettare la curvatura della colonna vertebrale, non genera dolori alla schiena.

Se invece appartenete alla schiera dei bambini o degli anziani e avete un profilo piuttosto magro, allora un materasso morbido è quello più adatto a voi, poiché permette un riposo leggero e si conformerà più facilmente alla vostra figura.

Ovviamente esistono materassi più o meno rigidi: per chi soffre spesso di mal di schiena, ad esempio, sarebbe preferibile scegliere un materasso medio-rigido al fine di non acuire il disturbo.

 

I tipi di materasso

In commercio esistono diversi tipi di materasso, ciascuno con le sue determinate specifiche e proprietà, da scegliere in base alle esigenze che ciascuno di noi ha.

1. Materassi in Lattice

Rappresentano la soluzione preferita per chi si muove molto nel sonno, poiché questo materiale è in grado di assorbire i movimenti del corpo. L’elasticità di questo materiale consente al materasso di modellarsi in base al peso e alla forma del corpo, senza però che venga deformato in modo permanente. Inoltre questi materassi sono anche i più adatti per i soggetti allergici, a meno che non si è allergici al lattice stesso, naturalmente. Tuttavia, prestate la dovuta attenzione quando state per acquistare un materasso in lattice, visto che la quantità di questo materiale può variare da articolo ad articolo (si parte da quelli 100% lattice a quelli provvisti di solo rivestimento interno in lattice).

2. Materassi Memory Foam

Tipo di materasso più leggero che risulta essere molto flessibile, adattandosi meglio ai contorni del corpo, supportando in maniera efficace tutte le zone del corpo e assicurando il giusto sostegno ai punti di pressione. Unica pecca, se così si può definire, è che tende a imprigionare al suo interno il calore del corpo – questa tipologia di materasso, infatti, si conforma in base al calore del corpo piuttosto che al suo peso – e potrebbe essere meno adatto in quelle zone dove il freddo è più un miraggio che un’abitudine.

3. Materassi a molle

Sono ancora molto utilizzati dalle persone, poiché garantiscono una efficace aerazione, risultano elastici e al tempo stesso solidi, adattandosi ai punti di pressione del corpo al fine di assicurare al corpo l’adeguato sostegno. Anche per questo motivo vanno bene per tutti i tipi di peso. Esistono due modelli di questo tipo di materassi, con il secondo che è l’evoluzione del primo: quelli a molle tradizionali e quelli a molle insacchettate. Le caratteristiche principali di questi due formati possono così suddividersi:

  • Molle Tradizionali: garantiscono sostegno su tutta la superficie in modo uniforme, le molle sono costituite da spirali in ferro o acciaio strettamente correlate tra loro.
  • Molle Insacchettate: supportano il peso del corpo in modo differenziato, poiché le molle sono indipendenti tra loro e permettono al materasso di adeguarsi al corpo. La presenza della camera d’aria, inoltre, assicura una buona circolazione dell’aria.

4. Materassi in poliuretano

Si tratta di materassi anallergici e traspiranti, dotati di una conformazione che allontana il rischio di attacco da parte di batteri, acari e muffe, a causa della presenze di schiume a cellula aperta affiancate da canali di ventilazione, che pertanto ostacolano le conseguenze delle infiltrazioni di calore e umidità. Tuttavia, diversi materassi in poliuretano non riescono sempre a mantenere costante nel tempo lo stesso livello di durezza e spessore, producendo spesso perdite di questi parametri più ingenti rispetto agli altri tipi di materassi.

 

Quale materasso è meglio per voi?

Soffrite d’insonnia? Avete la scoliosi? I dolori alla schiena non vi danno pace? Siete anziani? Oppure cercate un materasso per i vostri bambini piccoli. In questo paragrafo vi daremo le risposte alle domande più frequenti, riepilogandovi schematicamente il materasso più adatto alle vostre esigenze.

Scegliere un materasso in base a come si dorme

Quando si dorme su un materasso, la cosa più importante è che la naturale curvatura della colonna vertebrale venga rispettata e che di conseguenza anche i punti di pressione del corpo ricevano adeguato sostegno. La scelta di un materasso dipende anche dalla posizione in cui si dorme; andiamo a vedere quali sono i materassi che si adattano di più alle specifiche posizioni che assumiamo durante la notte.

Materasso per chi dorme supino

La posizione supina è tra le più assunte dalle persone e forse è anche la più salutare, visto che assicura una migliore circolazione sanguigna. Il materasso ideale per chi predilige dormire in posizione supina è preferibilmente un materasso in memory foam medio-rigido o in lattice, in quanto sono i tipi di materasso più adattabili.

Materasso per chi dorme a pancia sotto

Per chi è abituato a dormire a pancia sotto è meglio acquistare un materasso con una superficie più rigida, al fine di equilibrare il peso del corpo che, in questa posizione, è naturalmente sbilanciato, potendo causare dolori alla schiena, alla bocca o mal di testa. Per questo motivo il materasso ideale per chi dorme a pancia sotto è in lattice o a molle.

Materasso per chi dorme su un fianco

Al fine di evitare dolori cervicali, che sono le conseguenze fisiche più spiacevoli per chi riposa sopra una superficie non adeguata, le persone abituate a dormire su un fianco dovrebbero scegliere un materasso morbido. Il tipo ideale corrisponde a un materasso in memory foam.

Scegliere un materasso in base ai problemi fisici e di salute

Se soffrite il mal di schiena, dolori cervicali, ernia del disco, insonnia, allergia o altri disturbi fisici e di salute, la scelta del materasso diventa ancora più importante. Andremo così a elencare le patologie più comuni e, per ciascuna di esse, il materasso più conforme.

Il miglior materasso per il mal di schiena

Chi soffre di mal di schiena è chiamato a scegliere un materasso che garantisca il giusto sostegno al suo corpo, ma qual è il miglior tipo di materasso? Né troppo morbido, né troppo rigido: un materasso medio-rigido può andare bene, a patto che non soffriate di patologie più gravi. Sempre meglio consultare il proprio medico di fiducia prima di orientarsi all’acquisto di un materasso.

Il miglior materasso per chi soffre di artrosi cervicale

Chi soffre di artrosi cervicale dovrebbe assumere una posizione lineare sul proprio materasso, dunque allineando la posizione del capo con quella del corpo, in modo tale da non sbilanciare il peso del primo rispetto al secondo. Quindi, anche in questo caso, un materasso medio-rigido sembra rappresentare la soluzione ideale: l’importante è che il materasso sia ergonomico, ovvero si adatti alla postura della persona.

Il miglior materasso per l’ernia del disco

Per chi soffre di ernia del disco è preferibile scegliere un materasso rigido, poiché assicura un buon supporto, visto che mantiene neutra la posizione della colonna vertebrale. Attenzione però a scegliere il livello di rigidità: quando andate a provare i materassi, cominciate a sperimentare quelli con una rigidità di livello medio e se non vi soddisfa cercatene altri più duri. Non dimenticate il comfort, insomma. Il materasso ideale per chi soffre di ernia del disco è in lattice, poiché mantiene inalterata la propria struttura. Per chi può spendere di meno, può orientarsi su un memory foam rigido sufficientemente per le proprie necessità.

Il miglior materasso per chi soffre di sciatica

Meglio orientarsi un materasso rigido, ma non troppo. L’ideale è un memory foam, soprattutto perché chi soffre di sciatica si abitua a dormire su un fianco.

Il miglior materasso per chi soffre di scoliosi

Visto che esistono diversi casi di scoliosi e quindi risulta impossibile generalizzare, il consiglio primario da dare a chi soffre di scoliosi e deve acquistare un nuovo materasso è consultarsi con il proprio medico di fiducia. Il materasso preferibile per chi soffre di scoliosi corrisponde al memory foam di media rigidità, ma la scelta finale dipende anche dal vostro peso – per le persone magre sarebbe meglio un materasso più morbido. L’importante è non eccedere né nell’uno né nell’altro caso.

Il miglior materasso per chi soffre di insonnia

L’insonnia può derivare da diverse cause, pertanto è meglio prima consultare il proprio medico personale prima di cambiare materasso, cosa che dovreste comunque fare tra gli 8 e i 12 anni – mantenersi entro i 10 anni è meglio, visto che è questa l’età media di un materasso.

Il miglior materasso per persone in sovrappeso

Per le persone obese o con problemi di sovrappeso, è meglio orientarsi su un materasso rigido. Sconsigliati i materassi a molle, più apprezzati i materassi in memory foam con supporto rigido, o uno schiumato ad alta densità, anche se quest’ultimo modello rischia di non essere troppo duraturo.

Il miglior materasso per donne in gravidanza

Per le donne che si trovano in stato di gravidanza, il tipo ideale di materasso è quello a molle insacchettate, poiché questo si modella alle varie zone del corpo in maniera automatica, grazie ai movimenti delle singole molle, utili per un corpo in continua evoluzione, e in risposta alle singole pressioni esercitate dal corpo.

Il miglior materasso per bambini

Per i vostri bambini è sempre meglio scegliere materassi morbidi, che si adattano e si conformano al profilo del corpo garantendo un riposo ristoratore. Attenzione alle specifiche: optate sempre per i materassi anallergici.

Il miglior materasso per anziani

Anche le persone anziane dovrebbero preferire un materasso più morbido e non rigido, che assicuri un livello di comfort anche a causa dell’adattabilità del materasso stesso al corpo, pur garantendo un sostegno efficiente. Visto che si può variare di caso in caso, sempre meglio consultarsi con il proprio medico di fiducia, specialmente se si è affetti da problemi fisici o di salute di specifica natura.

Meglio un materasso matrimoniale o 2 materassi singoli?

Chiudiamo infine questa panoramica generale su cosa sia meglio tra un materasso matrimoniale o due singoli, un punto che viene messo in discussione diverse coppie. Ci sono infatti quelle che preferiscono dormire su un unico materasso senza “divisorio” e chi invece preferisce addormentarsi sul suo materasso, separato da quello del/la coniuge. La scelta finale dipende prevalentemente dalle vostre preferenze di coppia, tuttavia è bene sottolineare una cosa: per le coppie formate da persone con due pesi diversi, è meglio optare per due materassi singoli. In questo modo, nessuno dei due coniugi soffrirà le conseguenze di un materasso che non si conforma al profilo fisico di una sola delle due persone.

Classifiche con i Migliori Materassi

Dopo aver letto interamente la nostra guida approfondita su come Scegliere un Materasso, potete dare un’occhiata a tutte le nostre Classifiche aggiornate con i Migliori Materassi, cliccando semplicemente la Classifica di vostro interesse che troverete qui sotto.

Share Button